NOTIZIE / Villorba Corse dà spettacolo con Strignano in Carrera Cup Italia

06 Giu 2022

Nuovo step evolutivo e nuovi punti per la scuderia veneta, il cui portacolori, dopo essere stato colpito e costretto al ritiro nella notturna gara 1, è autore di una strepitosa rimonta fino a sfiorare la clamorosa top-ten di gara 2 al volante della nuova 911 GT3 Cup griffata Centro Porsche Treviso 

Treviso, 6 giugno 2022. In un secondo round tra notte e giorno e ad alta competitività, al Misano World Circuit la Scuderia Villorba Corse compie un nuovo step in avanti e raccoglie nuovi, preziosi punti nella Porsche Carrera Cup Italia 2022. Insieme al team veneto, impegnato in questo progetto da poco inaugurato in stretta sinergia con il Centro Porsche Treviso, protagonista dello scorso weekend sul circuito romagnolo è stato il giovane alfiere Benedetto Strignano, autore di una clamorosa rimonta in gara 2 al volante della nuova 911 GT3 Cup, auto innovativa rispetto a quella utilizzata nel monomarca tricolore fino allo scorso anno e che il talento pugliese ha ora sempre più “in mano”. Purtroppo, nella notturna gara 1 di sabato il pilota del team diretto da Raimondo Amadio è stato colpito da un rivale (poi penalizzato) e il contatto fra le due vetture ha causato dei danni che hanno costretto al ritiro il giovane driver di Barletta. La squadra non si è però disunita e dopo gli opportuni interventi si è schierata domenica al via di gara 2 più motivata che mai. Per via del ritiro della sera prima, Strignano ha dovuto schierarsi sulla 34esima piazzola della griglia di partenza, ma fin dal via ha inanellato una serie strepitosa di sorpassi che gli hanno permesso di agguantare uno spettacolare 11esimo posto finale, sfiorando la top-10 e conquistando punti preziosi come già gli era riuscito a Imola in apertura di stagione. Il prossimo round, che segnerà il giro di boa del monomarca di Porsche Italia, è invece in programma al Mugello Circuit a metà luglio e Villorba Corse si sta già preparando per l’occasione puntando a un ulteriore rilancio.



Nel post-Misano, così ha commentato il team principal Amadio: “In gara 1 siamo semplicemente stati sfortunati e siamo senza colpe. In Gara 2, aldilà del risultato finale, che comunque è buono perché sono punti importanti, abbiamo fatto vedere che ci siamo. Benny ha disputato una super gara, mostrando veramente un ottimo ritmo e con tantissimi sorpassi, ne abbiamo contati 22 in 28 minuti! Questa esperienza gli è servita per prendere maggior confidenza con la vettura, con le bagarre e anche per rifinire alcuni dettagli. E’ senza dubbio un buon viatico in vista del Mugello, dove cercheremo di compiere un ulteriore step di crescita e dove per questo abbiamo previsto dei test a inizio luglio. Quanto visto a Misano rappresenta un ‘upgrade’ di quanto fatto finora e nel contempo una nuova base di partenza. Quello sancito con il Centro Porsche Treviso è un progetto nuovo e va costruito anche a livello di performance, su questo stiamo lavorando molto duramente”.